Verde Terapia

TORNARE ALLE ORIGINI


Ti ricordi quando i blog hanno iniziato a farsi strada sul web? All’inizio erano utilizzati soprattutto come diari per raccontare le avventure, i desideri o le passioni. Li leggevamo come se fossero dei romanzi, rispecchiandoci nel vissuto dell’autore e cercando parole di conforto o di confronto. Con l’andare del tempo i blog sono diventati sempre più tematici, trattando argomenti specifici e dando informazioni dettagliate riguardo argomenti precisi.

Anche io, ad esempio, fin da subito avevo impostato il mio blog come uno spazio tematico, inerente la mia attività, in cui dare informazioni precise, pratiche e riservate ad un pubblico forse un po’ troppo “del settore”. Pensavo fosse il modo più adatto per svilupparlo (o almeno così mi avevano detto) e per certi versi lo è anche stato, visto che molti dei miei lettori mi hanno detto che trovano sempre informazioni utili e interessanti tra le pagine del mio blog.

Ma (ebbene sì, c’è un ma!) ultimamente ho sentito una grande nostalgia di quei blog-diari, in cui l’empatia è un po’ la protagonista. Quei blog scritti lasciando da parte l’autoreferenzialità e facendo invece spazio alle esperienze, ai racconti, ai sogni e alla sensibilità. Perché anche da tutte queste cose si possono trarre insegnamenti preziosi.

Avere il piacere di scrivere il blog come fosse un diario

Ecco quindi il mio desiderio di tornare alle origini e rinnovare questo spazio unendo il blog-tematico al buon vecchio blog-diario. Il tema di fondo riguardante la natura, e il benessere che ne deriva, resterà ovviamente immutato e sarà sempre il filo conduttore. Ti offrirò consigli, pareri, ispirazioni, racconti… e lo farò in modo delicato e semplice: insomma, sarà come sedersi su una panchina di un bel parco a chiacchierare! Il piacere della lettura sarà messo al primo posto, anche perchè -diciamocelo chiaro- chi è che ha voglia (e tempo) di leggere articoli noiosi e inutili?!

A tal proposito ho deciso anche di diradare la frequenza della mia Newsletter: anziché mandarla una volta al mese, la invierò solo quando avrò da raccontarti iniziative particolari o quando avrò degli sconti speciali da offrirti. Insomma, la userò per comunicazioni brevi ma importanti, per evitare che si perdano nel mare magnum dei social!

Se non sei ancora iscritto e non hai quindi ancora ritirato i tuoi 4 regali, ecco qui il modulo da compilare!

Ora però sono curiosa di sapere come tu vivi il mondo dei blog, se ti ricordi i primi tempi della loro diffusione e se ne avevi di preferiti! Ti aspetto nei commenti qui sotto!

Buon inizio d’anno!



Condividi questo articolo

2 pensieri su “TORNARE ALLE ORIGINI

  1. Anche io continuo a fare la stessa riflessione. Per compensare ho ripreso a scrivere un diario cartaceo, che naturalmente è un’altra cosa ancora, perché lo leggo solo io, quindi non mi preoccupo nemmeno di essere coerente frase dopo frase. Eppure il mio buon vecchio blog, che era proprio un diario delle mie giornate (scrivevo tutti i giorni, sì!), un po’ mi manca. Una mancanza che non è minimamente legata all’interesse di eventuali lettori, forse per questo la sento in modo particolare: cosa mi impedisce di riavere quel tipo di blog?
    Intanto leggo dei giardini giapponesi 😉

    1. Il diario cartaceo credo sia un bellissimo modo per fare un po’ di introspezione! Il blog, certo, lo leggono tutti e lo scopo è comunque quello di offrire contenuti che siano utili per il tuo pubblico. Però leggere i tuoi racconti giornalieri può essere utile per svagare la mente, prendere spunto, scambiarsi opinioni… beh direi che il tuo blog ti sta chiamando! 🙂 Ps. poi dimmi cosa ne pensi dei giardini giapponesi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *