Piante e Spazi

PIANTE DA INTERNO Ep.2

Eccoci con il secondo episodio delle “Piante da Interno“! Qualora ti fossi perso il primo episodio, lo puoi trovare qui.

Ti ricordo questa introduzione fondamentale, riguardo il benessere derivante dall’avere e dal coltivare le piante, anche nei luoghi chiusi in cui viviamo o lavoriamo:

arredare la casa o gli ambienti di lavoro anche con le piante può essere molto piacevole, divertente ma soprattutto salutare.

Innanzitutto ecco tre buoni motivi per avere qualche pianta (quindi non necessariamente una foresta pluviale tipo Biosfera di Renzo Piano!) negli ambienti in cui viviamo o trascorriamo molte ore:

assorbono l’anidride carbonica e rilasciano ossigeno (sì, esatto, quella cosuccia da poco che alimenta la respirazione ed è quindi indispensabile alla vita…!)

neutralizzano i COV, cioè quei maledetti composti chimici volatili contenuti nei nuovi arredi, nei rivestimenti murali, nelle apparecchiature per ufficio come per esempio le fotocopiatricici

regalano buonumore e una sensazione di realizzazione personale grazie al loro sviluppo, alle loro fioriture e al prendersene cura

Negli spazi chiusi ovviamente le piante vivono in condizioni svantaggiate rispetto al loro habitat naturale: quantità di terra limitata, recipienti di dimensioni ridotte, luce troppo forte o troppo debole, atmosfera troppo secca, ecc. Ci sono però molte specie che, seguendo delle semplici accortezze, crescono bene anche all’interno. Ogni pianta ha ovviamente delle esigenze specifiche ma, in generale, ricordati questi due suggerimenti:

Innaffiale con acqua tiepida/temperatura ambiente

 ◆ Mantieni una temperatura indoor tra i +15° e i +20°

Oggi ti presento altre tre specie che potrai tenere in casa o in ufficio: queste tre si adattano molto bene ai luoghi con scarsa illuminazione naturale. Prenditi il tempo necessario per capire se ti possono piacere e se si possono adattare alle caratteristiche delle stanze in cui vorrai collocarle; ti suggerisco anche di fare un salto in un vivaio per guardarle dal vivo.


ATTENZIONE A QUESTI SIMBOLI:

← La pianta potrebbe essere velenosa per i nostri amici animali

Via libera! La pianta non è pericolosa per i nostri amici animali! →

PRESTARE SEMPRE E COMUNQUE MOLTA ATTENZIONE CON GLI ANIMALI


☘ SEDUM PALMERI

Il Sedum magari è considerato troppo semplice, ma proprio per questo motivo è anche facilmente coltivabile. Inoltre, subisce anche una piccola trasformazione cromatica molto interessante: in autunno, con la temperatura più bassa, i bordi delle sue foglie/rosette iniziano a colorarsi di rosso! A primavera inoltrata fiorisce, ricoprendosi di una nuvola gialla di piccoli fiori stellati. Il Sedum palmeri è una pianta perenne sempreverde, dalle minime esigenze: una pianta ideale anche per te, che hai il pollice nero!

Tre tips per coltivarla:

Usa un terriccio ben drenato (quindi mescolalo con della sabbia o con con perlite o ghiaino di piccolo calibro)

Resiste a lunghi periodi di siccità e alle temperature rigide (nel caso tu lo volessi poi mettere all’esterno)

Il Sedum si adatta a qualunque tipo di esposizione, da quella più soleggiata fino a quella più ombreggiata

(Photo credits © ilclubdegliepifolli.forumfree.it)


☘ CAMPANULA GARGANICA

Personalmente ho un debole per le campanule: sono delicate, eleganti e discrete. La Campanula garganica inoltre è nativa italiana, quindi un plus non indifferente! Fiorisce in primavera e le sue campanelle sono di color viola tenue; raggiunge un’altezza di circa 10-15 cm ed è una perenne sempreverde. Predilige una posizione soleggiata ma si adatta bene anche in zone di ombra moderata.


Tre tips per coltivarla:

☑ Usa un terriccio ben drenato (quindi mescolalo con della sabbia) poichè predilige un terreno piuttosto asciutto

☑ Dalle da bere con regolarità ma fai asciugare il terriccio tra un’innaffiatura e l’altra, per evitare pericolosi ristagni idrici

☑ Da marzo ad ottobre concimala utilizzando un fertilizzate diluito nell’acqua delle innaffiature, ogni 15-20 giorni; puoi anche usare un concime granulare a lenta cessione, da spargere attorno alla pianta ogni 3-4 mesi.

  ☘ ALCHEMILLA MOLLIS

L’ Alchemilla mollis, perenne sempreverde, crea dei morbidi e soffici cuscini verdi, tendenti al giallo tenero quando fiorisce. Quando è coltivata all’aperto presenta la bellissima caratteristica di trattenere le goccioline d’acqua sul fogliame: un piacere guardarle e…fotografarle! Le sue infiorescenze sono giallo-verdi e appartengono alla famiglia delle Rosaceae: il periodo di fioritura è luglio-agosto. L’ Alchemilla mollis raggiunge un’altezza massima di 30 cm – 35 cm.


Tre tips per coltivarla:

☑ Ama un terreno normale-fresco

☑ Collocala in posizioni ben illuminate oppure in ombra: gradisce entrambe le sistemazioni

☑ Tollera molto bene anche temperature basse (nel caso tu voglia sistemarla all’esterno per determinati periodi)



Condividi questo articolo

4 pensieri su “PIANTE DA INTERNO Ep.2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *