Verde Terapia

I COLORI DELL’AUTUNNO E I LORO SIGNIFICATI

i colori dell’autunno e i loro significati

Ogni periodo dell’anno offre molti stimoli per la nostra sensorialità. L’autunno, ad esempio, stimola l’olfatto con il profumo tipico di sottobosco dopo un temporale, stimola il gusto con i suoi frutti (castagne, funghi, zucche…), oppure stimola la vista con le meravigliose tinte del foliage autunnale.

Siamo circondati da colori più caldi e avvolgenti e le stesse tonalità naturali le possiamo portare anche dentro la nostra casa, per riscaldare l’atmosfera: basterà sistemare alcuni elementi di arredo che richiamino i colori che la natura ha in questo momento.

I colori dell’autunno

I colori tipici dell’autunno uniscono il cielo con la terra: vediamo tonalità calde e scure come il marrone e tonalità calde e luminose come l’arancione, passando tra l’ocra e il vermiglio. Insomma, la terra umida che dà la vita ai funghi guarda verso un cielo di foglie ambrate. A me l’autunno piace descriverlo così!

Ecco quindi che ho scelto un’immagine di un foliage tipicamente autunnale e ho estrapolato la palette colori: potrai prendere spunto da essa per scegliere elementi da collocare in casa, per portare l’atmosfera autunnale anche negli ambienti chiusi.

i colori dell’autunno e i loro significati


I significati dei colori

Ma ora facciamo un passo in avanti e, oltre a osservare le tinte stagionali, vediamo di scoprire i loro significati. E’ un modo prezioso per vivere appieno la stagione in corso e lasciarsi ispirare da essa.

I 3 colori principali che desidero approfondire sono:

  • vermiglio
  • ocra
  • marrone

Il vermiglio è una tonalità di rosso piuttosto vivo, a metà tra l’arancione e il rosso porpora. Rappresenta il calore, l’energia, la luce e simboleggia la volontà di agire. Ricordiamoci anche che, nell’antica teoria dei quattro elementi, il rosso corrisponde al fuoco. In natura il color vermiglio lo vediamo ad esempio nelle foglie rossastre ancora sugli alberi o già cadute a terra, oppure lo troviamo nella melagrana. Simboleggia abbondanza e prosperità ma è anche un colore che tende ad affaticare (se usato nei ristoranti ci induce a mangiare più in fretta!). Qualche tocco qua e là in casa aiuta sicuramente a riscaldare l’ambiente e a donargli energia. L’importante è non esagerare!

L’ocra è una tonalità tra il giallo-oro e il marrone chiaro, un colore morbido e vellutato. Simboleggia la luce, la purezza, la fantasia, la creatività e la saggezza.  Il color ocra viene associato al concetto di forza e regalità, tanto è vero che al tempo degli Egizi veniva usato per decorare i monumenti sacri e le tombe. Utilizzato in casa ravviva gli ambienti poiché trasmette calore e vivacità e dà un tocco accogliente ed elegante. Sono certa che durante le passeggiate in un parco troverai qualche foglia color ocra!

Il marrone è il colore tipico della terra e del tronco degli alberi: rappresenta l’amore per le proprie origini, la stabilità, la prudenza, la pazienza e la tenacia.
Questo colore crea un ambiente confortevole e rassicurante e, se osserviamo la natura in questo momento, possiamo notare come stia bene abbinato a colori come il rosso, il giallo e l’arancione. Ecco quindi che ti consiglio di andare a raccogliere in un bosco qualche elemento di questa tonalità e ti invito ad osservare tutti gli altri colori attorno per prendere spunto per eventuali accostamenti! Del marrone ne avevo già accennato anche in questo articolo.

Un consiglio per te

Come vedi dalla natura possiamo sempre imparare lezioni importanti, basta solo prestare attenzione anche alle cose più semplici e “scontate”! Il consiglio che posso darti per beneficiare appieno dei doni che l’ambiente naturale ci mette a disposizione è quello di concederti dei momenti da dedicare alla scoperta. Porta con te un taccuino in cui annotare pensieri o ispirazioni e in cui inserire, tra le sue pagine, le foglie che raccogli durante le tue passeggiate!

E tu, hai un colore preferito che magari rappresenta anche il tuo modo d’essere? Se ti va condividilo qui sotto nei commenti!



Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *